Antonio Smeragliuolo

Antonio Smeragliuolo , attualmente vivo in Germania a Sinzheim Markplaz . Mi trovate al ” Ristorante Pizzeria La Fontana”di proprietà di mio cugino ma sono parte integrante della gestione completa.

DA QUANTI ANNI HAI INTRAPRESO LA CARRIERA DI PIZZAIOLO :

Sono quasi 10 anni che faccio questo lavoro,  ho iniziato a 22 anni ma è sempre stata una mia passione.

IN QUANTO TEMPO SECONDO TE SI IMPARA A FARE IL PIZZAIOLO:

Non c’è un limite di tempo per imparare perché è una materia in continua evoluzione quindi non si smette mai .

CHE MUSICA ASCOLTI QUANDO CUCINI:

 Mi piacciono un  po’ tutti i generi ma le canzoni napoletane sono le mie preferite perché mi portano con la mente a casa e mi rispecchio di più in quello che sto facendo.

QUALE SECONDO TE NELLA FARCITURA  E’ L’ACCOSTAMENTO PEGGIORE:

Ho personalmente qualche dubbio sulla ”frutti di mare” penso che i sapori siano molto particolari e forti , anche se l’aspetto è molto accattivante credo che la semplicità di una Margherita oppure una Marinara sia ben lontana.

UNA TUA GRANDE SODDISFAZIONE :

Recentemente ho partecipato al Campionato di Berlino arrivando 4° e ho avuto la possibilità di conoscere moltissimi professionisti, la cosa ha arricchito molto il mio bagaglio di esperienze confrontandomi con molti bravissimi colleghi. E’ stata una bella sfida.

PROGETTI PER IL FUTURO:

Sogno di aprire a breve una mia pizzeria e vedere tutti i miei clienti soddisfatti molto più di adesso. Nella vita bisogna sempre puntare in alto per migliorarsi.

SEI PORTAVOCE DI UN BRAND? TI PIACEREBBE ESSERLO?

Non ancora  ma mi piacerebbe far parte della famiglia Caputo oppure della famiglia Quattro stagioni , stimo i loro prodotti .

IN CHE MODO SCEGLI LA MOZZARELLA CHE CARATTERISTICHE DEVE AVERE SECONDO TE PER RENDERE GUSTOSA LA TUA PIZZA:

E’ il fiordilatte che preferisco, deve avere due semplici caratteristiche: Essere poco salato e non molto umido. Ho una preferenza per i prodotti dei Monti Lattari.

CHE CARATTERE DEVE AVERE UN PIZZAIOLO:

Il carattere. Di base chi fa il mio lavoro ha quasi sempre una mente fantasiosa. Deve imparare a controllare l’ irascibilità, almeno per me , quando capita  un impasto a cui lavoro molto ma non soddisfa le mie aspettative mi ritrovo sommerso da un mare di rabbia.  

IL TUO MOTTO : Il mio motto ? Preferisco esternarlo nel mio dialetto   ”A’ PIZZ’  E’ NA COSA SERIA’’

Simpaticissimo e solare il nostro amico Antonio che salutiamo con un caloroso abbraccio.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...