Leopoldo Sommese: Vincitore assoluto Trofeo Molini Lario

Il 10-11 Dicembre a Cercola ha avuto luogo la I Edizione del “Trofeo Nazionale Pizzaiuoli – Molini Lario”. Un grande successo, organizzato da : Augusto D’Aponte, responsabile di IDECA Distribuzioni, in collaborazione con Molini Lario. Significativo l’intervento del Sindaco di Cercola , Vincenzo Fiengo, che porge i suoi saluti istituzionali esordendo con la frase : ” È motivo di orgoglio per la nostra città poter ospitare quest’importante evento. Rappresenta la nostra cultura enogastronomica ”. Conosciamo il vincitore assoluto del Trofeo, Sommese Leopoldo.

Leopoldo ha solo 30 anni. Nel 2002 s’incammina verso la sua più grande passione: “ l’arte bianca”.

Ha frequentato l’alberghiero e ancor prima di diplomarsi collabora come lavapiatti, aiuto nella preparazione di contorni e alimenti per pizzerie.

Leopoldo: Crescendo, la curiosità aumentava sempre più, mi documentavo sul modo di impastare, decorare e condire le pizze, mi affascinava la tradizione ma allo stesso tempo l’innovazione. Mi sono ispirato a Salvatore Lioniello . Ho iniziato studiando la sua tecnica sia nello stendere che cuocere e condire una pizza, dalla classica napoletana a quelle speciali gourmet. Poi ho frequentato un corso con Associazioni Pizza Master, lì ho conosciuto il Maestro Ciro Sasso, che dal nulla, con le sue sole forze, ambiva ad arrivare in alto e ce l’ha fatta, senza mollare mai, caparbio, schietto e sincero, per me, ha rappresentato la “forza di volontà” che tutti dovremmo avere e dunque un esempio da seguire.”

(Ciro Sasso)

Cosa ha rappresentato per te il Trofeo Molini Lario ? Una bella sfida. Ero ansioso e timoroso. Ma quando mi sono confrontato con gli altri concorrenti ho trovato davanti a me grandi professionisti che mi hanno rassicurato e incitato a dare il meglio. Quest’ esperienza ha lasciato invariato, ego e superbia, sono sempre me stesso, un ragazzo con una passione grande per il suo lavoro e con una gran voglia di apprendere. La cosa più importante è condividere, perché la pizza per me significa unione per un’unica passione.

Il tuo segreto in cucina?Concentrazione e dedizione al lavoro, mai essere superficiali, nulla va lasciato al caso, anche un piccolo dettaglio può fare la differenza. Creare un rapporto all’unisono tra corpo, mente e lavoro.

Un consiglio a chi decide di intraprendere questo percorso?

La premessa è la perseveranza. Diventare pizzaiolo è faticoso, sono tantissimi i sacrifici e il tempo che sottrai agli affetti e a te stesso. Si studia tanto è un mondo in continua evoluzione che ti mette sempre in discussione ma il bello è anche questo!

Leopoldo Sommese si è classificato due primi posti. Uno nella categoria della pizza classica napoletana e l’altro come vincitore assoluto del Torneo.

Direi una grandissima soddisfazione. A chi dedichi questa grande vittoria? Ai miei genitori che mi hanno sempre supportato e a mia moglie e mio figlio. A loro devo tanto e il minimo che io possa fare è renderli orgogliosi di me. Porterò per sempre questa esperienza e il ricordo di ognuno di voi nel cuore.

La pizza che consigli ai tuoi clienti ?

La Margherita, per quanto siamo coinvolti e affascinati dall’innovazione le tradizioni restano, non mutano mai.

(Direzione Generale- Molini Lario)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...