Alessio Russolillo di “Evo 50”: due pizzerie a Napoli, una a Catanzaro e il sogno di conquistare il mondo con la pizza

La pandemia, il lockdown e le restrizioni imposte dal Governo, in Italia hanno colpito fortemente il settore del food imponendo un brusco rallentamento della produzione di piccoli imprenditori. Indistintamente dall’età e dall’esperienza che si ha alle spalle, in questo momento storico per il settore dell’enogastronomia conta solo la forza e la perseveranza che si impiega nel voler a tutti i costi superare questo periodo storico. Tra le tante storie di successo che abbiamo conosciuto in questo periodo c’è quella di Alessio Russolillo, giovanissimo imprenditore che partito dal “basso”, in pochi anni è riuscito a realizzare il suo più grande sogno. Titolare attualmente di ben tre pizzerie, di cui due sul territorio partenopeo e una a Catanzaro, ci racconta la sua storia trasmettendo tutta l’energia e la tenacia di cui tutti abbiamo bisogno.

Alessio Russolillo partiamo dall’inizio.

“Ho girato in lungo e in largo l’Italia come apprendista. Ho imparato tantissime cose dai miei maestri che sono i titolari della storica pizzeria: Da Gennaro, a loro devo tantissimo. Mi hanno tramandato una cultura culinaria che richiede una grossa responsabilità, insegnandomi tutto sul mondo della pizza”.

Vasto e colorato nel suo essere, Alessio, identifica la figura del pizzaiolo come: “Colui che ha uno stile di vita completamente diverso da tutti gli altri, un mondo fatto di rinunce e scelte all’ultimo minuto che però ti regalano immense soddisfazioni”.

Parlando dei concorsi gastronomici ai quali ha preso parte Alessio Russolillo racconta:  “Ho partecipato a due Guinness con Paco Linus il fondatore dell’associazione ”GPN la piccola Napoli” che mi ha accolto come in una grande famiglia. – E aggiunge – Sono state esperienze per me davvero molto importanti che mi hanno insegnato l’importanza di coalizzare con altri professionisti e di confrontarsi con spirito costruttivo e non critico per continuare a crescere”.

Qual è il tuo impegno oggi? 

“Attualmente giro in tutte e tre le mie pizzerie con l’aiuto di altri soci, non è per niente stancante in ogni attività ci ho speso l’anima e ritrovo comunque un pezzo di casa”.

Che tipo di pizza propone? 

“Propongo sia la pizza tradizionale che quella gourmet. Lo studio di entrambe mi ha fatto scoprire un mondo che ha rivoluzionato molti concetti di vita”.

Cosa bisogna avere per fare questo lavoro? 

“Per fare questo lavoro per prima cosa devi avere un’immensa passione e una sete di conoscenza che difficilmente riuscirai a colmare in quanto ti dà la possibilità di conoscere tecniche sempre nuove e di metterti in gioco spesso  come anche spesso ti fa mettere tutto in discussione. La cucina è dedizione, ordine e soprattutto professionalità. Senza uno di questi elementi è difficile raggiungere il risultato”.

Qual è l’obiettivo di Alessio Russolillo? 

“La soddisfazione del cliente prima di tutto, poi ci sono i sogni nel cassetto, quelli sono ancora tantissimi. Per il momento sono concentrato a combattere questo periodo che ha sconvolto un po’ tutti, chi con mancanze economiche, chi invece con mancanze più importanti ci ha segnati e continua a farlo. Ma è talmente tanta la dedizione che difficilmente ci arrenderemo”.

La pizza nella quale si riconosce maggiormente Alessio Russolillo? 

“Tra le pizze che un poco mi riconosco c’è la “Cacio e pepe con guanciale” realizzata con impasto lievitato 48 ore. Mi riconosco in questa pizza perchè ha i profumi di un piatto di pasta molto amato di origine romana che richiama un’acclamata tradizione che resiste nei secoli proprio come la nostra voglia di ricominciare e rimetterci in gioco con tutte le energie possibili. Un po’ come la nostra ”Margherita” che da secoli ha costruito la storia della pizza e che non demorde essendo la più richiesta e apprezzata. Sembra assurdo ma anche la più difficile da realizzare in quanto con i suoi ingredienti semplici e il suo profumo partenopeo esalta la vera bravura di un pizzaiolo ad equilibrare gli ingredienti e la lavorazione dell’impasto”. 

Alessio Russolillo

Nelle sue pizzerie c’è anche una vasta proposta culinaria per i celiaci, una fetta di clientela molto presente.

SITO WEB: EVO 50 

Instagram

NAPOLI CENTRO STORICO

Calata SS Cosma e Damiano 22 – Napoli (IT)
+39 0813791291
napolicentrostorico@evo50.it
FACEBOOK: Evo 50 Restaurant

NAPOLI FUORIGROTTA

Via Terracina 375/379 – Napoli (IT)
+39 0812159880
napolifuorigrotta@evo50.it
FACEBOOK: Pizzeria Evo 50 Fuorigrotta 

CATANZARO CENTRO

Via Indipendenza 51 – Catanzaro (IT)
+39 0961879205
catanzaro@evo50.it
FACEBOOK: Pizzeria Evo 50 Catanzaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...